Istruzioni per creare messaggi follow-up

Per creare un messaggio follow-up si segue una procedura simile a quella per i template delle Newsletter, dove in tre semplici passi del Wizard per la creazione dei messaggi follow up aggiungi le email che si invieranno automaticamente ad una certa azione del destinatario.

Come prima cosa, accanto all’email automatica che hai scelto, clicca sul bottone AGGIUNGI NUOVO MESSAGGIO FOLLOW-UP.

 

1. Forma e contenuto

  1. Si apre la finestra delle informazioni sulla newsletter (messaggio follow up), dove inserisci il nome della newsletter (visibile solo a te) e l’oggetto (subject, visibile al destinatario).
  2. Clicca sul tasto Conferma.
  3. Scegli il template che ti piace di più cliccando sul tasto Seleziona.
    A seconda dello scopo di invio hai a disposizione anche diversi tipi di template: Novità, E-commerce, Avvisi, Feste, Consensi GDPR, Base e CODICE HTML.
  4. Aperto il Drag & Drop editor modifica il contenuto del tuo messaggio follow up (testo, immagini, bottoni, collegamenti …).
  5. Una volta che hai finito con le modifiche clicca su Salva e chiudi in alto a destra.

 

2. Configurazioni

Modifica le impostazioni del messaggio follow-up impostando:

  • Il nome e l’oggetto (Subject) del messaggio follow up
    Inserisci il nome (visibile solo a te) e l’oggetto (Subject) del tuo messaggio follow-up, che sarà visibile nella casella di posta del destinatario. Per saperne di più su come scrivere un’Oggetto efficace, leggi le istruzioni pratiche sul nostro blog.
  • Lo stato del messaggio follow up
    Quello deve essere abilitato.
  • Ritardo dell’invio
    Specifica con che ritardo verranno inviati i messaggi follow-up, cioè quanto tempo dopo l’attivazione dell’email automatica. Il ritardo può essere determinato in base ai minuti, ore, giorni o settimane.

    • Esempio 1: 15 minuti di ritardo e attivazione dell’email automatica dopo l’iscrizione – il destinatario riceverà il messaggio follow-up 15 minuti dopo essersi iscritto alla lista.
    • Esempio 2: 9 ore di ritardo e attivazione dell’email automatica martedì prossimo alle 00:00 dopo l’iscrizione – il destinatario si è iscritto mercoledì, riceverà il messaggio martedì alle 9 di mattina.
  • Il mittente
  • Un breve riasstuno del messaggio follow up
  • La lingua
    Scegli la lingua in cui verranno visualizzate tutte le pagine elencate di seguito. Inserisci i collegamenti a queste pagine nel messaggio:

    • Pagina di cancellazione
      (accessibile tramite il collegamento {unsubscribe}{/unsubscribe}),
    • Pagina di modifica dei dati del destinatario
      (accessibile tramite il collegamento {modify}{/modify}),
    • Pagina consensi
      (accessibile tramite il collegamento {consent}{/consent}),
    • Pagina post consenso per l’invio
      (accessibile tramite il collegamento {autoconsent}{/autoconsent}).


La lingua predefinita
di queste pagine è la lingua della tua applicazione.

 

3. Anteprima su dispositivi

Nell’ultimo passo vedi l’anteprima della tua newsletter (messaggio follow up) sui diversi dispositivi e su diversi client di posta elettronica, dove con l’opzione MIO DISPOSITIVO hai la possibilità di inviare un messaggio di prova sull’indirizzo email desiderato.

Crea altri messaggi follow-up seguendo questa stessa procedura.
Esempio:

Hai creato l’email automatica E-book che si attiva dopo l’iscrizione alla lista Iscrizione a E-book e ha tre messaggi follow-up:

  1. messaggio follow-up con il titolo Grazie per la tua iscrizione! viene inviato dopo 0 minuti, quindi subito dopo l’iscrizione.
  2. messaggio follow-up con il titolo Istruzioni ha un ritardo di 15 minuti.
  3. messaggio follow-up con il titolo Ulteriore assistenza viene inviato dopo 2 giorni.

 

Per verificare che funzioni correttamente, testa anche l’email automatica:

  1. Aggiungi un tuo indirizzo email, che non c’è ancora tra i tuoi destinatari, e iscrivilo alla lista a cui è collegato l’email automatica (p.es. lista Iscrizione a E-book).
  2. Verifica sulla lista di attesa (Campagne > Lista di attesa > scheda Autoresponder) se a questo destinatario sono stati aggiunti tutti e tre i messaggi follow-up e se il periodo di invio è giusto (in base all’attivazione dell’email automatica e in base al ritardo dei messaggi follow-up).
  3. Controlla nella tua casella di posta se i messaggi follow-up sono stati recapitati.