Come Marika ha aumentato le entrate del suo negozio online del 14,5% e come puoi fare lo stesso per il tuo negozio online.

Tempo di lettura: 10 minuti

 

Oggi abbiamo deciso di condividere con te la storia di uno dei nostri clienti per mostrarvi il grande potenziale delle automazioni.

Magari ti starai chiedendo “Cos’è un’automazione e-mail?” … Per una risposta più completa a questa domanda ti rimando al nostro articolo: Automazione dell’email marketing – che cos’è e come funziona?

Qui ci limiteremo a dare solo una breve descrizione per darti l’idea di cosa stiamo parlando. Le automazioni, sono messaggi email o newsletter, attivati dall’azione di uno dei tuoi lettori. Vengono inviati regolarmente, in base a una certa azione chiamata anche grilletto (ovviamente sei tu a dover decidere quale sarà il grilletto che darà il via all’automazione).

Ad esempio, i grilletti possono includere:

  • iscrizione del destinatario alla tua mailing list,
  • l’acquisto di un prodotto,
  • l’abbandono di un carrello,
  • la mancata interazione con le tue e-mail, etc.

Questi ovviamente sono solo alcuni dei grilletti disponibili. Se vuoi scoprire tutte le azioni che ti permettono di dare il via a una serie automatica di email, che ti permetteranno di aumentare il tuo reddito e di risparmiare tempo, vi consigliamo di vistare il nostro sito e iscriverti alle due settimane di prova gratuita della nostra soluzione per l’email marketing SqualoMail.

 

REGISTRAZIONE GRATUITA

 

Lo scopo di una serie di messaggi email benvenuto automatizzata

In questa storia di successo stiamo discutendo di un solo tipo di automazione in particolare, ovvero: una serie di messaggi di benvenuto che promuove i lead. Una serie di benvenuto automatizzata che viene inviata ai nuovi abbonati al momento dell’iscrizione alla tua maling list. In sostanza stai dando loro il “benvenuto” nella tua lista … una strategia molto sensata, non ti pare?

Lo scopo di una serie di benvenuto è di presentare in modo piacevole ai tuoi destinatari la tua offerta:

  • presentando loro il tuo marchio e facendoli sentire parte della famiglia
  • è un’ottima occasione per istruirli sui tuoi prodotti e / o servizi
  • rispondere a una o ad alcune delle domande più frequenti
  • raccontare loro una storia su uno dei tuoi clienti
  • stabilire aspettative riguardo alle e-mail future.

In questo modo, i tuoi potenziali clienti si sentiranno considerati, coinvolti e perché no parte della tua azienda. Inoltre fornendo dettagli suoi tuoi prodotti, permettendo loro di sapere che tipo di email riceveranno in futuro e sopratutto con che frequenza, rassicurandoli che non li sommergerai di email inutili, creerai un legame di fiducia! A questo punto, quando saranno pronti per l’acquisto, non c’è motivo per cui dovrebbero rivolgersi ai tuoi concorrenti, ormai ti sei guadagnato la loro fiducia e pertanto al momento dell’acquisto si rivolgeranno a te senza neanche pensarci.

Come vantaggio collaterale, una serie di benvenuto tende anche a migliorare le prestazioni complessive del tuo email marketing. É risaputo infatti che le email di benvenuto vantano una maggiore percentuale di apertura e di clic (CTR), incidendo sulla futura consegna della posta elettronica.

Sei in cerca di ispirazione per le tue serie di benvenuto automatizzate? Leggi il nostro articolo:

Messaggi di benvenuto – 10 esempi di messaggi preparati dai migliori nel settore

Nell’articolo precedente abbiamo esaminato per bene i messaggi di benvenuto e presentato tutti i loro vantaggi. Ora invece è arrivato il momento di scoprire come vengono preparati i messaggi di benvenuto dagli esperti, quelli che nel campo dell’email marketing raggiungono i risultati migliori.

Alcuni retroscena su questo cliente

Nell’interesse della privacy del nostro cliente, non condivideremo il suo nome o sito Web. Tuttavia, ti parleremo un po ‘del suo brand.

Attivo nel settore della cosmetica, ormai dal 2000, questo cliente vende online prodotti di nicchia per la cura della pelle. Recentemente il loro mercato si è ampliato notevolmente grazie alla nascita di alcune nuove tendenze nell’ambito della cura del corpo e del viso come ad esempio l’ampia richiesta di scrub e oli idratanti BIO per viso e corpo o le maschere viso anti età o contro le imperfezioni della pelle. Ovviamente anche le ottime campagne pubblicitarie hanno fatto la loro parte.

In altre parole, avevano una buona base da cui partire. Tuttavia, alcune analisi interne all’azienda, svolte da Marika specialista addetta al marketing e alle comuncazioni, avevano portato alla luce che l’email marketing era uno dei loro canali di traffico con la conversione più bassa.

Questo è davvero un peccato! L’email marketing infatti ha un grandissimo potenziale che se sfruttato a pieno può fare di questo strumento il canale di traffico con la % di conversione più alta. Marika, esperta di marketing interna all’azienda, era ben consapevole del potenziale non ancora sfruttato di questo strumento e lo ha visto come un’ottima opportunità da non perdere per espandere ulteriormente il brand e ovviamente il reddito.

Nel ridisegnare la lor strategia di email marketing Marika ha deciso bene di iniziare dalle fondamenta … creando la loro prima serie di benvenuto automatizzata.

Perché una serie di benvenuto automatizzata?

La risposta è quasi ovvia! Una volta creata ed impostata, la serie di benvenuto richiede davvero pochissimo lavoro aggiuntivo. Praticamente potremmo dire che puoi “impostarla e dimenticartene”.

Con un piccolo team che stava già producendo contenuti per il loro blog, newsletter settimanali ed un giro d’affari in crescita ad un ritmo incredibile, una “automazione” sembrava una manna dal cielo.

L’obbiettivo di Marika adesso era ottenere rapidamente una vittoria anche nell’ambito dell’email marketing, sfruttando a pieno il potere delle automazioni. E quando si parla di email marketing, una serie di benvenuto è la prima automazione a cui si dovrebbe pensare.

Immergiamoci nei dettagli di questa storia di successo …

È tempo di entrare nel succo della questione e scoprire come Marika è riuscita ad ottenre un aumento del reddito aziendale del ben 14.5%.

Infondo, è per questo che stai leggendo questo articolo, giusto? Ok, allora iniziamo!

Messaggio automatico di benvenuto N 1:

Marika stava già utilizzando uno strumento per cercare di attirare nuovi clienti. Infatti dei pop up offrivano ai visitatori del sito dei piccoli sconti per tutti coloro che si fossero iscritti alla loro newsletter. Ovviamente gli sconti sono sempre un grande incentivo per i nuovi clienti e questo strumento stava generando una grande crescita dell’elenco di e-mail.

I nuovi destinatari avrebbero ottenuto lo sconto via e-mail una volta essersi iscritti alla newsletter. Tuttavia, dopo oltre 15 mesi, questo sconto via e-mail aveva prodotto solo un minimo aumento del reddito ma una grande perdita di tempo.
Infatti i nuovi clienti dovevano essere filtrati, doveva essere preparata per loro una newsletter apposita e poi un collega del reparto marketing doveva assicurarsi di inviare questa newlsetter a tutti gli interessati al momento della loro iscrizione.
In altre parole doveva sempre esserci Marika, o un collega per lei, fisicamente presente davanti al pc ad inviare gli sconti a quanti decidevano di iscriversi.

Una strategia sicuramente vincente quella degli sconti al momento dell’iscrizione, ma senza un processo automatizzato a gestire il tutto, il tempo necessario ad implementarlo era maggiori dei benefici generati.

Grazie ad alcune piccole ma importanti modifiche tuttavia, il potenziale di questo strumento non ha tardato a manifestarsi. In breve, con l’aiuto delle email di benvenuto automatiche, Marika è stata in grado di generare, per l’azienda per cui lavora, lo stesso importo o le stesse entrate in meno di 1/5 del tempo impiegato in precedenza. Una vittoria? Lo pensiamo sicuramente!

E come è aumentato il reddito invece?

Sei curioso di sapere quali sono state le altre modifiche, oltre al processo di automazione delle email di benvenuto che hanno permesso a Marika di far risparmiare moltissimo tempo alla sua azineda, e l’hanno aiutata a fare aumentare del ben 14.5% le sue entrate?

Non perdiamo altro tempo allora e scopriamole insieme…

1) Personalizzazione delle e-mail di benvenuto

Cosa significa?

Invece di iniziare con un generico “Ciao”, Marika ha usato il nome del destinatario – “Ciao Anna” – nel messaggio di posta elettronica. Ha usato il nome dei loro destinatari anche nell’oggetto del messaggio. Questo ha contribuito ad attirare fin da subito la loro attenzione, a stabilire una connessione personale fin dall’inizio e quindi ad incentivarli ad aprire il messaggio.

2) Ha aggiunto un po più di testo all’email

Ha pensato bene di condividere con i loro lettori nonché potenziali clienti un po’ la storia della società e informare i destinatari su quelle che sarebbero state le aspettative per gli invii futuri.

Questo non solo ha aiutato i nuovi destinatari a sentirsi più connessi al marchio, ma ha aiutato anche a prevenire i filtri antispam. Poco testo e molte immagini sono una ricetta infallibile per finire nella cartella Spam o nella casella delle Promozioni. Non importa quanto siano belle le tue immagini se nessuno le vede. Giusto?

Se stai utilizzando il sistema SqualoMail, allora potrai farlo aggiungendo tag personalizzati.

3) Ha aggiunto una certa urgenza allo sconto.

Come qualcuno ha detto una volta: “Un sconto è solo un sconto se non ha una scadenza”. É necessario dare al lettore un motivo per prendere una decisione rapidamente … acquisto o non acquisto? Altrimenti, se aspetti che lo facciano da soli, stai ben sicuro che non prenderanno mai una decisione.

Quindi cosa ha escogitato?

Ha concesso si uno sconto ai nuovi iscritti, ma questo sconto aveva una scadenza… 7 giorni.

Un’ottima strategia, vero? Infondo se ti iscrivi alla newsletter del tuo marchio preferito per ottenere uno sconto del 5% sul tuo ordine ma non vi è alcuna data di scadenza per quello sconto, la fretta di acquistare non è poi tanta, vero?
Se invece lo sconto scade dopo 7 giorni dalla ricezione? Beh meglio affrettarsi allora! Non vogliamo mica perderci questa occasione?

Messaggio automatico di benvenuto N 2:

Il fondatore di questo marchio vuole avere un ruolo chiave nella relazione con i suoi clienti. Pertanto, al fine di assecondare questo desiderio del suo direttore, Marika ha pensato di mettere a frutto la voglia di curare il rapporto con i loro clienti e l’attenzione ai dettagli nella seconda e-mail in questa serie di benvenuto.

Infatti la seconda email di questa serie automatica di messaggi di benvenuto consiste proprio in un messaggio personale del direttore a ciascuno dei suoi lettori. Ciò ha permesso ai destinatari di sentirsi immediatamente parte della “famiglia” perché hanno ricevuto un’email personale, direttamente dal direttore!

Ma lo scopo di questa seconda email non era solo quello di far sentire ogni singolo lettore subito parte integrante della famiglia. Infatti questa e-mail aveva un duplice scopo, quello di raccogliere maggiori informazioni sui destinatari. Dopo una piccola introduzione e un saluto ai nuovi iscritti,  il direttore chiede ai destinatari di parlargli del perché si sono iscritti alla newsletter, di che tipo di prodotto sono alla ricerca o che tipo di problema cercano di risolvere.

L’obiettivo? Capire le necessità e i bisogni dei singoli lettori. In altre parole quello che Marika cercava di fare, era capire chi dei loro clienti avesse la pelle grassa, chi quella secca, chi quella normale, sensibile, ecc.

Perché?

Per segmentare i clienti in modo più preciso possibile. In questo modo, in futuro, avrebbe potuto inviare newsletter con contenuti preparati ad hoc per ciascun segmento. Ovvero blog post educativi su come prendersi cura della pelle grassa e magari consigliare i migliori prodotti di skincare per questo tipo di pelle. Agli amanti del body scrub naturale invece avrebbero inviato le ultime novità in ambito di prodotti bio per l’esfoliazione della pelle, etc…

Perché siamo onesti, se il tuo problema è la pelle secca, vuoi ricevere contenuti specifici e pertinenti al tuo problema, che ti aiutino a risolverlo. Non ti interessa sapere che c’è in commercio un nuovo olio perfetto per prevenire le smagliature da gravidanza.

Segmentazione – che cos’è in realtà e perché è così utile?

Le aziende, che con l’email marketing ottengono i risultati migliori infatti, dedicano molto tempo e attenzione proprio alla segmentazione dei destinatari per poter comunicare con loro in modo più efficace.

Messaggio automatico di benvenuto N 3:

La nicchia di mercato di questo cliente lascia ampio spazio all’educazione nell’uso dei suoi prodotti. Soprattutto, sono proprio i clienti e potenziali clienti a chiedere sempre più materiale educativo. Quindi perché non accontentarli?! Sembra ovvio lo sappiamo, ma saresti sorpreso nello scoprire quante aziende ancora oggi non accolgono queste semplici richieste da parte dei loro clienti, i quali vogliono solo saperne di più sui prodotti e come usarli, e accontentarli potrebbe fare davvero la differenza quando si arriva al fatidico…compro o non compro? Per fortuna Marika è abbastanza in gamba da capire tutto questo e decidere di accontentare i loro lettori.

Pertanto, Marika ha esaminato tutte le domande più frequenti dei loro clienti, ha esaminato le pagine più popolari del loro blog e sito Web, ha verificato tutte le recensioni dei prodotti e trovato un argomento per la terza e-mail di questa serie. Ha istruito i nuovi iscritti su una particolare routine per la cura della pelle, consigliando loro prodotti pertinenti ai vari problemi.

I prodotti sono stati presentati in modo molto strategico, i destinatari sono stati subito in grado di vedere chiaramente un motivo per l’acquisto … poiché è stato spiegato loro come potevano incorporare ogni prodotto nella loro routine di cura della pelle.

La parte migliore dell’email? Ha essenzialmente riproposto i contenuti che i clienti avevano già creato, semplicemente adattandoli all’email marketing. Ciò significa che i contenuti erano tutti già belli e pronti e non c’è stato bisogno di scomodare il team dell’ufficio marketing per creare una nuova ed avvincente campagna pubblicitaria.

Questo come puoi ben immaginare ha accelerato di molto i tempi di preparazione e di esecuzione.

Messaggio automatico di benvenuto N 4:

Infine, con la quarta ed ultima email di benvenuto, Marika ha pensato bene di ricordare a tutti i nuovi iscritti, ovviamente solo a coloro che non avevano ancora acquistato (per questo è necessaria un’ulteriore segmentazione), che il loro sconto di benvenuto sarebbe scaduto in 24 ore. Questo ha dato a tutti i nuovi scritti, che non avevano ancora usufruito dello sconto, la spinta extra di cui avevano bisogno per acquistare.

Per concludere…

Con un po ‘di strategia e un po’ di lavoro iniziale, Marika è stata in grado di mettere a frutto il pieno potenziale dell’automazione delle email di benvenuto. E sai cosa c’è? Le entrate potranno solo aumentare col passare del tempo.

Ma diamo uno sguardo più nel dettagli ai risultati ottenuti. L’automazione per le email automatiche ha generato:

  • un tasso di conversione del 5,31% molto superiore alla media del sito Web dell’1,03%. Questo ha fatto si che l’email marketing fosse il loro canale con il tasso di conversione più alto (2,53%)
  • un forte risparmio in termini di tempo e risorse necessarie per la preparazione e la gestione delle campagne di benvenuto.

Tuttavia le email di benvenuto sono solo la punta dell’iceberg! Le automazioni sono uno strumento di email marketing dal grande potenziale e dalle infinite possibilità. Dal recupero dei carrelli abbandonati, al lead scoring, alla richiesta dei feedback dei clienti, sono innumerevoli i processi di automazione che possono essere implementati per vedere un ROI sempre in crescita. Oserei dire che l’unico limite è la nostra immaginazione.

Cosa rimane da fare?

Sicuramente dobbiamo chiederci perché continuiamo a concentrarci su canali di marketing con un ROI molto più basso se non abbiamo ancora sfruttato a pieno il potenziale delle automazioni e dell’email marketing. Domanda ultima ma non per importanza: Cosa stai aspettando?

 

La piattaforma di SqualoMail ha un sistema semplice e veloce che ti consente di creare messaggi di benvenuto, oltretutto ti permette anche di automatizzare completamente l’invio.
Puoi cominciare subito e con alcuni semplici click creare la tua prima serie automatica di benvenuto!

REGISTRAZIONE GRATUITA