Racconta la storia del tuo marchio in un’email

Tempo di lettura: 10 minuti

 

Nel mondo del marketing negli ultimi tempi si parla molto dello storytelling. A prima vista potrebbe sembrare solo un altro capriccio del marketing, tirato un po’ per i capelli, ma in realtà lo storytelling è uno strumento molto efficace che porta a risultati incredibili.

Il fatto è che lo storytelling si trova alla base della comunicazione – e così è stato per millenni. Anche se gli approcci del marketing sono ovviamente cambiati nel corso degli anni, le persone continuano a rispondere bene alle storie. Pensa solamente a ciò che riesci a ricordarti meglio – un mucchio di informazioni da cui sei stato sommerso o una storia che ti hanno raccontato?

Lo storytelling è, quindi, una strategia di marketing estremamente efficace, ma non utilizzata abbastanza dai marchi. Se vuoi diffondere una buona impressione del tuo marchio, presentarlo al tuo pubblico di destinazione e costruire un buon rapporto con i tuoi potenziali clienti, allora forse questo è il momento giusto per raccontare la tua storia in un’email.

Perché lo storytelling è un elemento chiave delle vendite via email?

Lo storytelling nelle email ti consente di dire ai tuoi destinatari quello che vuoi e su qualsiasi argomento. Ma le cose, ovviamente, non sono così semplici: se vuoi che il tuo racconto dia i risultati giusti devi anche scriverlo nel modo giusto.

Lo storytelling è uno strumento universale ed efficace pensato per convincere i destinatari dei tuoi messaggi a diventare tuoi clienti. Funziona in tutte le aree e tutti i settori, perciò è un’ottima scelta per tutti i marchi, indipendentemente dai prodotti che vendono.

Raccontare delle storie ai tuoi follower ti permetterà di condividere la storia del tuo marchio per poter creare un legame stretto con i destinatari dei tuoi messaggi fin dall’inizio. Se condividi con loro informazioni sul tuo passato, sulla tua crescita e sui tuoi piani, i tuoi potenziali clienti si sentiranno speciali, perciò anche il tuo marchio avrà un posto molto speciale nei loro pensieri.

Un altro vantaggio dello storytelling è che ti permette di distinguerti e rivolgerti ai tuoi potenziali clienti in un modo diverso, più emotivo e meno centrato sulle vendite. Al giorno d’oggi ormai siamo già stanchi del fatto che tutti vogliono venderci qualcosa in ogni momento. Quando qualcuno ci racconta una storia e non ci molesta con discorsi di vendita, invece, è molto più piacevole.

Lo storytelling ti permette di fare proprio questo: non hai più bisogno di elencare all’infinito i vantaggi dei tuoi prodotti e imporre offerte speciali ai tuoi potenziali clienti. Racconta piuttosto una storia emotiva e collega i sentimenti dei tuoi clienti con i tuoi prodotti.

Storie come potente arma psicologica

Le storie rappresentano un’autentica esperienza dell’individuo, trascurano tutti i dettagli tecnici portandoci direttamente al nucleo dell’esperienza. Ecco perché sono così forti dal punto di vista psicologico e perché ottengono ottimi risultati anche nel campo del marketing e delle vendite.

Le storie si basano sulla collaborazione e sulla connessione

Raccontare storie dà la possibilità di parlare dei nostri sentimenti, perciò ci permettono di connetterci con gli altri. Con esse, infatti, condividiamo le nostre passioni, i nostri dolori, le gioie ed esperienze. Ci consentono di capire meglio noi stessi e di conseguenza di trovare punti in comune con gli altri.

Le storie riflettono i nostri pensieri

Le storie sono un ottimo indicatore del nostro modo di pensare, rivelano come percepiamo il mondo, come interpretiamo le cose, come prendiamo le decisioni, come riusciamo a convincere gli altri e come capiamo il mondo che ci circonda.

Le storie portano ordine nella nostra vita

Nella vita tutti cerchiamo garanzie e sicurezza e la struttura delle storie ci è familiare, prevedibile e confortante. Nel contesto delle storie possiamo anche trasmettere emozioni più intense, poiché siamo consapevoli che c’è una soluzione. Con le storie percepiamo una sorta di rete di sicurezza che ci permette di rilassarci.

Le storie evocano emozioni

Il nostro cervello riesce ad elaborare anche le storie inventate come fossero esperienze reali. Ciò significa che le storie evocano emozioni reali, un senso di presenza negli eventi e risposte comportamentali.

Il fatto è che ad interessarci sono le storie a cui non possiamo resistere. Le storie attivano la parte del nostro cervello che si occupa delle esperienze sensoriali e influenza il nostro modo di pensare. Le storie sono così popolari anche perché l’essere umano è curioso di natura e perciò interessato a cosa succede agli altri.

Pensa a quante volte sei stato attratto da una storia vera in televisione o da un articolo in una rivista di gossip. La verità è che siamo ossessionati dalle altre persone e le storie sono quelle che soddisfano il nostro bisogno di informazioni.

Crea la tua storia

Ora che sai perché le storie sono così popolari ed efficaci è arrivato il momento di creare la tua. Senza una buona storia non potrai avere successo, perciò è importante che tu sia il più creativo possibile e, soprattutto, che ti prenda abbastanza tempo.

Passaggio #1: Informati sul tuo pubblico di destinazione

Il primo e più importante passo nella creazione della tua storia non è la storia in sé, ma le persone a cui la racconterai. Neanche la miglior storia del mondo ti aiuterà se la proponi al pubblico sbagliato.

Ecco perché è così importante conoscere bene il tuo pubblico. Il primo passo, perciò, è parlare con i tuoi potenziali clienti per conoscerli, per scoprire cosa vogliono e di cosa hanno bisogno. Tutte queste informazioni ti aiuteranno a creare una storia in cui le persone saranno in grado di immedesimarsi.

Puoi utilizzare diverse tecniche per conoscere il tuo pubblico target: sondaggi, questionari, gruppi focus, social media… È importante porre le domande giuste per scoprire a cosa sono interessate le persone del tuo gruppo target. Questo ti aiuterà a determinare il tipo di storia che devi raccontare.

Passaggio #2: Scrivi la tua storia

Una volta che avrai svolto a fondo la tua ricerca sarà arrivato il momento di scrivere la tua storia. Spesso questa è la parte più impegnativa dell’intero processo e allo stesso tempo la sfida più grande – devi raccontare una storia che racconti il tuo marchio e che, allo stesso tempo, possa piacere ai potenziali clienti. È quindi importante trovare un punto di incontro riguardo gli interessi in comune, poiché solo così la tua storia sarà abbastanza autentica e allo stesso tempo riuscirà ad ottenere i giusti risultati.

Le storie migliori dipingono un’immagine della nostra vita quotidiana che include un particolare prodotto o servizio. Naturalmente è importante che nella storia ci sia un problema che questo prodotto o servizio riesca a risolvere. Il protagonista della storia dovrà quindi trovare la soluzione al suo problema con l’aiuto del tuo prodotto o servizio e ovviamente il percorso della storia deve essere strutturato in modo chiaro e fluido.

Questo significa che la tua storia deve avere un chiaro inizio, una parte centrale e una fine. Possiamo dire che ogni storia deve avere cinque fasi: esposizione, intreccio, climax, ribaltamento e scioglimento. Anche la tua storia deve contenere tutti questi elementi. Sembra complicato? Non ti preoccupare, in realtà non lo è affatto. Questo è il flusso naturale di ogni storia che attiverà i segnali giusti nel cervello dei tuoi potenziali clienti.

Lascia che l’inizio della storia venga presentato dal ​​tuo personaggio principale che affronta un problema. Questo problema rappresenta il conflitto della storia, cioè qualcosa che il tuo prodotto o servizio può facilmente risolvere. L’apice della storia è la parte in cui il protagonista utilizza il tuo servizio o prodotto per trovare la soluzione al suo problema. La conclusione della storia dovrebbe mostrare chiaramente i benefici che il personaggio principale ha ottenuto utilizzando la tua soluzione.

Passaggio #3: Assicurati che ci siano abbastanza dettagli

Un’esposizione di qualità che contiene tutte le parti necessarie è fondamentale per il tuo successo, ma anche i dettagli giocano un ruolo importante. Al quadro della storia bisogna aggiungere abbastanza dettagli per creare il giusto contesto e la sensazione di autenticità. Se la tua storia manca di dettagli non potrà creare la giusta connessione con il pubblico di destinazione.

È molto importante che in questo passaggio tu dia il massimo, poiché è proprio questa la parte che distingue le grandi storie da quelle mediocri. Finora hai investito molto nella tua storia e sarebbe un peccato non ottenere i risultati giusti solo perché non hai aggiunto quell’ultimo dettaglio.

Quando aggiungi i dettagli pensa principalmente ai tuoi potenziali clienti. A cosa sono interessati e cosa piace loro? In questo frangente non pensare troppo al tuo marchio. Ad esso hai già dedicato la storia perciò, per i dettagli, concentrati solo sulle persone che la leggeranno. In questo modo riusciranno a immedesimarsi nella storia e a farla propria.

In questo modo, per i tuoi potenziali clienti, non sarai solo un marchio o un’azienda ma un amico con cui condividere tanti punti in comune. Ciò aiuterà a creare uno stretto legame che ti porterà risultati di vendita significativamente migliori per il futuro.

Naturalmente dobbiamo sottolineare ancora una volta l’importanza della ricerca introduttiva. Solo se conosci davvero i tuoi clienti potrai inserire nella tua storia dettagli che susciteranno in loro vere emozioni e toccheranno i tasti giusti.

Passaggio #4: Condividi la tua storia

Creare la tua storia è, ovviamente, solo il primo passo – se nessuno la leggerà non raggiungerà certo il suo scopo. È il momento di inviare la tua storia, raccontarla al tuo pubblico e lasciare che faccia il suo lavoro.

La tecnologia moderna oggi ti consente di condividere la tua storia in diversi modi e raggiungere un pubblico veramente ampio. Ma è importante che tu ti rivolga al tuo pubblico tramite il canale giusto. Forse il mezzo giusto per te è LinkedIn, forse Pinterest o Instagram, o magari qualche altro social media. Ovviamente è fondamentale pubblicare la tua storia anche sul tuo sito web, come fanno molti marchi che optano anche per diverse forme di pubblicità.

Infine la parte più importante: dovresti assolutamente raccontare la tua storia anche via email. Si tratta, infatti, di un mezzo estremamente efficace che puoi utilizzare con un investimento finanziario minimo e, in questo modo, ti rivolgerai solo alle persone che hanno già mostrato interesse per il tuo marchio iscrivendosi alla tua newsletter.

Quando diffondi le tue storie cerca di essere il più creativo e innovativo possibile e usa approcci nuovi. Non limitarti a un solo mezzo e non limitarti solamente agli approcci tradizionali. Più la tua storia si distinguerà dalle altre, migliori saranno i risultati.

I trucchi dei più grandi maestri della narrazione

Lo storytelling è veramente un’arte che solo pochi sanno padroneggiare alla perfezione. Ma la buona notizia è che anche un’arte si può imparare. Per cominciare, ti suggeriamo di provare i seguenti trucchi dei più grandi maestri della narrazione che porteranno le tue storie su un altro livello.

​Trucco #1: Evidenzia i tuoi errori

Molti brand commettono l’errore di mostrarsi ai loro potenziali clienti come perfetti. Se mostri il tuo lato umano, un lato che a volte commette anche errori e sbaglia, farai un’impressione migliore, ridurrai la distanza tra te e i tuoi clienti e riuscirai ad instaurare contatti più stretti.

Infatti, in ogni storia che si rispetti, vengono mostrati anche i lati negativi, perciò la tua deve fare lo stesso. Dimostra che non sei perfetto, evidenzia i tuoi errori e fallo con una bella dose di umorismo che dimostrerà ai tuoi clienti che riesci a scherzare anche sulle tue mancanze.

​Trucco #2: Ascolta i tuoi clienti

Condividi le storie dei tuoi clienti! Sicuramente sai già quanto siano importanti le opinioni dei clienti e raccontare le loro storie è ancora meglio. Inizia, quindi, a chiedere ai tuoi clienti più fedeli di confidarti la loro esperienza con i tuoi prodotti o servizi, e poi racchiudili in una storia bella e coinvolgente.

Le persone si fideranno degli altri clienti ancora più di quanto si fidino di te, quindi storie come questa porteranno a risultati migliori. In questo modo prenderai due piccioni con una fava: proporrai ottime storie che attireranno i tuoi clienti e poi metterai in primo piano i tuoi clienti soddisfatti, dimostrando così che la loro soddisfazione per te è l’aspetto più importante.

​Trucco #3: Fai la differenza con il design

Nel raccontare le storie il design è sempre un’arma a doppio taglio. Molti credono che il design delle storie dovrebbe essere semplice come scrivere una lettera a un amico. In questo modo riusciremo a creare l’impressione che si tratta di un messaggio scritto da una persona cara, stabilire un contatto più personale e distinguerci con la nostra storia.

D’altro canto, però, un testo sintetico può apparire poco attraente e difficile da leggere. Per questo motivo, a volte, è meglio adattarlo in modo diverso. Certo una buona idea potrebbe anche sfruttare tutte le possibilità che offre la tecnologia moderna e inserire nel tuo messaggio foto, video, infografiche ed altri elementi simili.

Come decidere? Anche in questo caso è estremamente importante conoscere il proprio pubblico di destinazione. Solo in questo modo sarai in grado di prendere una decisione su ciò che piacerà di più ai tuoi potenziali clienti. E se non sei sicuro? Usa la regola d’oro del marketing: fai dei test!

​Trucco #4: Racconta una storia con le immagini

Se decidi di includere elementi grafici nei tuoi messaggi le immagini sono un’ottima scelta. Se è vero che un’immagine vale più di mille parole, nel mondo del marketing l’immagine giusta vale molto di più.

Con un’immagine scelta con cura, infatti, riuscirai a suscitare emozioni vere nei tuoi potenziali clienti. Ma puoi fare un ulteriore passo in avanti e combinare diversi trucchi: puoi includere nel messaggio una foto di un cliente che condivide la sua storia. Assicurati solo che le foto siano di alta qualità e che i motivi siano freschi e originali.

​Trucco #5: Controlla e modifica la tua storia

Può sembrare ovvio, ma sfortunatamente molti marchi si dimenticano di questo passaggio. Per evitare che ciò succeda anche a te prenditi sempre del tempo per rivedere a fondo la tua storia e modificarla fino all’ultimo dettaglio. Presta attenzione agli errori di battitura, errori grammaticali e di ortografia e possibili discordanze nei contenuti. Tutti questi dettagli possono rovinare velocemente la tua storia, perciò prenditi abbastanza tempo per questo passaggio.

​Trucco #6: Racconta storie con regolarità

Se racconti solo una storia e poi ti aspetti che le cose cambino drasticamente, ti sbagli di grosso. Ti consigliamo di includere lo storytelling nel tuo piano di marketing e di pubblicare le storie regolarmente. In questo modo ricorderai sempre ai tuoi potenziali clienti dell’esistenza del ​​tuo marchio e coltiverai le relazioni che hai instaurato.

Esempi delle storie migliori

Hai già imparato molto sulle storie e sul modo migliore per raccontarle, ora è arrivato il momento di conoscere alcuni dei migliori esempi di storie create da altri marchi. Tra questi, troverai sicuramente l’ispirazione per scrivere la tua storia nel miglior modo possibile.

​#1: Stand Up to Cancer

Fonte: Stend Up Cancer

Stand Up to Cancer ha creato una storia straordinaria che porta anche molti benefici. In modo semplice e amichevole presenta il rischio di ammalarsi di cancro ovarico e allo stesso tempo presenta la storia della sua organizzazione. È tutto confezionato in un formato video che negli ultimi tempi sta diventando sempre più popolare tra i destinatari.

​#2: Zendesk

Fonte: Zendesk

Dall’azienda Zendesk hanno deciso di mettere in prima linea nella loro storia le persone. Raccontano la loro storia con foto, infografiche e testi che fanno capire cos’è veramente importante per il brand e quali sono i loro valori. In questo modo stabiliscono un legame con i potenziali clienti che condividono gli stessi valori.

​#3: Slack

Fonte: Slack

Uno degli elementi più importanti della narrazione è mostrare alle persone che capisci i loro problemi. E poiché i loro problemi sono ovviamente molto diversi, devi dimostrargli che la tua soluzione funziona efficacemente per un’ampia varietà di problemi. Così hanno fatto anche dal marchio Slack che ha mostrato chiaramente ciò che è capace di fare.

​#4: Tank Garage Winery

 

Fonte: Tank Garage Winery

Una buona storia è una storia che riesce a distinguersi e che non si fonde con la media. Allo stesso tempo, se fai sapere ai potenziali clienti che ti interessi sinceramente di loro, otterrai grandi risultati. Ed è esattamente ciò che fa il marchio Tank Garage Winery. Con una domanda inaspettata che ci fa riflettere, inizia a sviluppare la storia del suo marchio e attira così tanta attenzione.

​#5: Harmless Harvest

Fonte: Harmless Harvest

Nella sua storia il marchio Harmless Harvest ha presentato l’alto costo dei suoi prodotti come un vantaggio. Anche se i prezzi elevati vengono generalmente considerati come qualcosa di negativo, questo marchio è riuscito a spiegare in modo chiaro del perché loro hanno prezzi più alti – e come migliorano il mondo. Una grande mossa che è stata accolta molto bene da parte dei clienti.

​#6: Native

Fonte: Native

I messaggi divertenti, pieni di umorismo, sono sempre ben accolti dai destinatari, poiché si distinguono dalle email comuni e rallegrano la nostra giornata. Il brand Native ha così trasformato il messaggio di conferma in una storia divertente che fa davvero una bella figura e rimane impressa a lungo nella mente dei destinatari.

​#7: Adidas

Fonte: Adidas

Adidas ha deciso di raccontare la sua storia in modo leggermente diverso. Invece del testo classico hanno scelto il video, elemento che sta diventando sempre più popolare tra i destinatari. Il video ha catturato le storie personali di molti dei partecipanti alla maratona, creando, così, una storia unica che li ha aiutati a connettersi con il loro pubblico di destinazione.

​#8: Patagonia

Fonte: Patagonia

Il marchio Patagonia ha creato una storia in cui mostra chiaramente come si prende cura dei propri clienti. Vale a dire che il loro approccio pretende che tutti i prodotti vengano testati accuratamente prima di lanciarli sul mercato, in modo che i loro clienti possano usufruire dei migliori prodotti possibili. Nel video hanno presentato l’intero processo in dettaglio e hanno proposto ai loro clienti una storia interessante basata sui retroscena.

​#9: HelloFresh

Fonte: HelloFresh

Come abbiamo già detto un ottimo trucco dello storytelling è anche quello di includere nella storia dettagli che non sono direttamente legati al tuo brand, ma piuttosto agli interessi e alle esigenze dei tuoi clienti. Il marchio HelloFresh ha fatto un ottimo lavoro: anche se sono attivi nel settore dell’alimentazione hanno creato una storia in cui offrono alle persone una serie di esercizi che possono aiutarle a migliorare il loro stile di vita in modo ancora più efficace.

​#10: Fiverr

Fonte: Fiverr

Coinvolgere gli utenti nelle storie è sempre una grande idea, ed è esattamente ciò che ha fatto il marchio Fiverr. Con un concorso interessante hanno presentato in modo efficace i molti talenti dei loro utenti, creando un’enorme quantità di ottimi contenuti, assicurandosi che il loro marchio fosse sulla bocca di tutti.

Per concludere

Se fino ad ora pensavi che la narrazione fosse qualcosa di esotico e intangibile, speriamo che leggendo questo articolo ti sia convinto che non è affatto così. Lo storytelling è, infatti, estremamente facile e allo stesso tempo estremamente efficace. È la forma più naturale e consolidata di dare e ricevere informazioni, quindi ottiene ottimi risultati.

Sei pronto per iniziare a raccontare storie sul tuo marchio? Ottimo, siamo sicuri che non ti pentirai di questa decisione. Come non ti pentirai se lungo la tua strada sceglierai un buon partner che ti offrirà tutto il supporto necessario.

 

SqualoMail ti offre praticamente tutto ciò di cui hai bisogno per creare email di prim’ordine per raccontare la tua storia. Noi siamo pronti, e tu?

 

REGISTRAZIONE GRATUITA