Comincia a inviare la tua newsletter in soli 6 giorni

Tempo di lettura: 8 minuti

 
Non hai ancora cominciato a inviare le newsletter? È veramente un peccato, si tratta infatti di uno strumento semplice ed efficace con il quale puoi migliorare notevolmente i tuoi risultati commerciali. La ragione più comune per cui le aziende non inviano messaggi email pubblicitari di solito è che «Non abbiamo tempo». Ma davvero non hai tempo o è solo una scusa?

Guarda il Video podcast

Se non hai voglia di leggere questo articolo puoi anche guardarlo come un Video podcast.

E se ti dicessimo che puoi cominciare a inviare le tua newsletter in meno di una settimanamettendoci ogni giorno solo circa 30 minuti di tempo? Questi 30 minuti di tempo ce li hai, vero?

In ogni caso ti consigliamo di prenderteli – una volta che avrai scoperto tutti i vantaggi dell’email marketing, non te ne pentirai sicuramente.

5 motivi per cui dovresti cominciare a inviare le newsletter

1. Perché genera un ROI eccezzoniale

Nel mondo dell’email marketing è importante che il tuo investimento nelle attività di marketing porti anche un determinato reddito – e l’email marketing in questo campo è di gran lunga il più convincente. L’investimento iniziale è basso, i risultati invece ottimi. Perciò è adatto sia alle grandi aziende che cercano uno strumento economico per il marketing, sia alle aziende piccole che non possono permettersi di investire cifre da capogiro a scopi di marketing.

2. Perché non ti ruberà molto tempo

Come già detto prima, potrai inviare la tua prima newsletter in una sola settimana e per prepararla ci vorrà circa mezz’ora al giorno. Non è molto, vero? Un’altra buona notizia è che ogni prossima newsletter ti ruberà ancora meno tempo – le basi saranno già state costruite nella prima newsletter, con quelle a seguire sarà tutto ancora più facile e veloce.

3. Perché si tratta di un ottimo modo per comunicare con i clienti

Come ti contattano i tuoi clienti di solito? E tu solitamente come contatti loro?

Se la tua risposta è «via telefono», allora saprai già che questo richiede parecchio tempo ed energie, oltretutto devi essere sempre a disposizione. Sai com’è, chiamate durante i weekend, la sera, magari proprio quando sei alla cassa in un negozio – quindi nei momenti più inopportuni.

Reindirizzando la maggior parte della tua comunicazione sull’email, la tua vita sarà molto più semplice e le tue comunicazioni più efficienti. Risparmierai tempo e nervi, i risultati invece saranno migliori – una combinazione vincente, non ti pare?

4. Perché non hai bisogno di conoscenze precedenti

Vuoi fare marketing ma solo al pensiero di dover ingaggiare tutte quelle persone e spendere un sacco di soldi ti fa passare subito la voglia? Un programmatore e un designer sono la base, probabilmente avrai bisogno anche di un copywriter e di un esperto di marketing … Per creare una newsletter invece puoi fare quasi tutto da solo, anche senza avere conoscenze precedenti.

La piattaforma di SqualoMail infatti ti consente di creare la tua newsletter con pochi click da solo e inviarla ai tuoi destinatari. Ed è talmente facile che anche la prima volta sarà come bere un bicchier d’acqua.  E se per caso dovessi avere qualche problema, il nostro team sarà sempre pronto a darti una mano!

5. Perché è tutto molto facile

Se sei arrivato fino a qui, probabilmente vuol dire che anche tu sei d’accordo con noi, giusto? Creare e inviare le newsletter non è affatto impegnativo, specialmente se utilizzi una piattaforma di qualità che fa la maggior parte del lavoro al posto tuo. Se non ne sei ancora convinto, prova – nel migliore dei casi guadagnerai molto, nel peggiore invece perderai solo qualche ora.

Mettiamoci al lavoro:

6 giorni per cominciare ad inviare le newsletter

1°giorno: Importa la tua lista d’invio nella nostra applicazione

Se possiedi già una lista d’invio che, per esempio, usavi per l’invio manuale dei messaggi email o in qualche altra applicazione, dovrai prima importarla in SqualoMail.

Farlo è molto semplice. Trovi le istruzione dettagliate sul nostro sito: www.squalomail.com.

2°giorno: Scegli il tuo template e adattalo al tuo marchio

Si tratta di un passaggio estremamente importate che molti mittenti trascurano. È importate infatti che i destinatari della tua newsletter riconoscano i tuoi messaggi già in base al loro aspetto esteriore, perciò all’inizio dovrai prenderti del tempo per creare un’immagine riconoscibile.

Per inviare la tua newsletter puoi scegliere tra uno dei tanti template a tua disposizione nell’app di SqualoMail. Inserisci nel template il tuo logo e utilizza i tuoi colori; cioè i colori che, per esempio, usi sul tuo sito web, nel tuo logo, sui tuoi imballaggi, ecc. Tutti i template si adattano a dispositivi mobili!

È importante che la tua immagine sia riconoscibile il più possibile, ti aiuterà a costruire il tuo marchio, ma fai attenzione a non esagerare quando crei il tuo marchio. Troppi colori e troppi dettagli possono presto diventare eccessivi, perciò attieniti sempre alla regola «meno è meglio» –  puoi sempre aggiungere qualcosa più tardi se vedi che nel tuo template c’è ancora spazio.

Come già detto, l’uso dei template nel sistema SqualoMail è estremamente facile, per renderlo ancora più semplice abbiamo preparato per te alcune istruzioni aggiuntive, disponibili sul nostro sito.

I template sono un’ottima scelta anche perché ti faranno risparmiare tempo – un buon design ti farebbe sicuramente perdere tempo prezioso e poi dovresti avere anche conoscenze in questo campo.

3°giorno: Crea il modulo di iscrizione alla newsletter

Se vuoi che le persone si iscrivano alla tua newsletter devi dargli questa possibilità. E arrivato quindi il momento di creare il modulo da inserire nel maggior numero possibile di indirizzi internet per poter ottenere il numero massimo di nuovi destinatari.

Naturalmente, con SqualoMail anche questo passaggio è estremamente facile, per avere più informazioni  visita il nostro sito.

Bisogna dire però che la sola presenza del modulo di iscrizione sul tuo sito web probabilmente non basterà. Sarebbe saggio usare anche le così dette finestre pop up, che suggeriscono in modo più efficace ai tuoi visitatori di iscriversi alla newsletter.

Creare le finestre pop up con SqualoMail è molto facile. Fai click questo collegamento.

4°giorno: Pubblica il modulo di iscrizione alla newsletter sul tuo sito web e sulle tue pagine dei social media

Il tuo modulo di iscrizione è pronto, è il momento di pubblicarlo su internet. Il primo indirizzo, che deve contenere il tuo modulo di iscrizione, è ovviamente il tuo sito web, ma non dimenticarti neanche dei tuoi social media. I tuoi follower hanno infatti già mostrato interesse verso il tuo marchio e quindi anche interesse verso i tuoi prodotti/servizi, perciò sarà più facile convincerli a seguirti anche tramite email – specialmente se aggiungi qualche piccolo regalino, come per esempio uno sconto o del contenuto gratuito.

Puoi posizionare i moduli di iscrizione ovunque sulla tua pagina web, dove puoi con l’aiuto del contenuto o del materiale grafico indirizzare i visitatori a compilare il modulo. In questo modo l’indirizzo email e gli altri dati dei nuovi destinatari si annoteranno nell’applicazione SqualoMail automaticamente.

Se hai deciso di utilizzare le finestre pop up, questo sarebbe il momento giusto. Ma tieni in mente che le opinioni degli esperti sull’uso dei pop up sono ancora contrastanti: tutti sono d’accordo sul fatto che i pop up sono uno strumento estremamente efficace, visto che le persone non possono ignorarli, d’altra parte però è vero anche che possono essere molto fastidiosi e possono far scappare i visitatori.

Il nostro consiglio è questo: usa le finestre pop up, ma fallo con cautela. Puoi, per esempio, utilizzare le finestre pop up che appaiono con ritardo, magari quando il visitatore sta leggendo la tua pagina da qualche minuto. Allora il contenuto avrà già attirato la sua attenzione e ci saranno più probabilità che si iscriva alla newsletter.

Un ultimo, ma ottimo stratagemma: offri di più. Le finestre pop up possono essere veramente fastidiose, ma se ci aggiungi qualche offerta interessante, sarà più facile anche per i visitatori tollerarle. Un pop up che chiede solo l’indirizzo email? Irritante. Un pop up che offre contemporaneamente anche un’alta percentuale di sconto per il primo acquisto? Tutta un’altra storia, vero?

Fonte: Tommy Hilfiger

5°giorno: Prepara un’email di benvenuto automatica

Sei del parere che l’email di benvenuto sia solo un’altra delle tante email nella casella dei tuoi destinatari? Beh, allora ti stai sbagliando di grosso. Si tratta infatti di un’email estremamente importante che raggiunge ottimi risultati: un tasso di apertura dei messaggi 4 volte più elevato e un CTR fino a 5 volte superiore. Statistiche da non perdere, vero?

Nella tua email di benvenuto quindi saluta i clienti e inviali quello che hai promesso all’iscrizione alla tua newsletter (codice di sconto, e-book gratuito o qualche altro bocconcino con il quale hai attirato la loro attenzione).

Spiega la frequenza con cui invierai loro i messaggi e cosa ci includerai, racconta qualcosa su di te e sulla tua azienda e alla fine chiedigli di aggiungerti al loro elenco email per prevenire che i tuoi messaggi finiscano nella cartella della posta indesiderata.

Nell’email di benvenuto puoi costruire le basi per un futuro rapporto con il cliente, assicurati quindi di fare del tuo meglio. Non dimenticarti, hai una sola occasione per fare buona impressione, perciò sfruttala. Usa un tono gentile, offri informazioni utili, aggiungi qualche regalino gratuito che i clienti non si aspettano – tutto ciò che farebbe felice te, farà felice i tuoi destinatari.

L’email di benvenuto può essere anche sfruttata in un altro modo: puoi chiedere ai tuoi nuovi destinatari di compilare il loro profilo e confidarti più dati personali, in cambio riceveranno un altro sconto o altri vantaggi. Facendo così prenderai due piccioni con una fava: riuscirai ad ottenere dati preziosi sui tuoi clienti e oltretutto li stimolerai ad effettuare il loro primo acquisto.

E la cosa più importante: assicurati che l’email venga inviata automaticamente ad ogni nuovo indirizzo sulla tua lista d’invio.

Con SqualoMail ci vorranno solamente pochi minuti, per avere istruzioni dettagliate fai click su questo collegamento. È importante soprattutto se decidi di inviare una serie di email di benvenuto, il processo in questo caso sarà molto più facile ed efficace.

Le email automatiche, chiamate anche autoresponder, fanno un lavoro importante e ti aiutano a mantenere buoni rapporti con i clienti, tu invece (dopo aver preparato i contenuti per questi messaggi) non dovrai più muovere un dito. Come se in ufficio avessi un sacco di persone che lavorano nel marketing – solo che a fine mese non devi preoccuparti del loro stipendio. Non è fantastico?

6°giorno: È tempo di inviare la newsletter!

Ecco, la tua prima newsletter è pronta ed è arrivato il momento di inviarla.

Ma prima, ovviamente, devi assicurati che ogni cosa sia al suo posto, controlla tutto per bene. E solo quando sei sicuro che tutto sia come dovrebbe essere, allora puoi premere solennemente il pulsante dei pulsanti – invia.

Nell’applicazione imposta semplicemente la data e l’ora in cui desideri inviare la newsletter, poi, dimenticati di tutto e vai al mare. Fino al momento in cui dovrai preparare la prossima newsletter, si capisce!

Per concludere

Ecco qua, ce l’hai fatta, hai inviato la tua prima newsletter!

Con ogni newsletter seguente le cose diventeranno ancora più semplici e veloci, perciò in futuro impegnerai sempre meno tempo per l’email marketing. Speriamo che i risultati siano soddisfacenti!

Se avrai bisogno di qualche altro stratagemma o consiglio, visita nuovamente il nostro blog – ogni settimana pubblichiamo un nuovo articolo con informazioni utili sull’email marketing.

 

Prova la piattaforma SqualoMail e scopri in prima persona quanto è facile!

REGISTRAZIONE GRATUITA