Aumenta del 300% la tua mailing list con i pop-up

Le finestre pop-up, che servono per iscriversi alle news o all’offerta dell’azienda, si sono dimostrate sorprendentemente efficaci nella raccolta di nuovi destinatari. Con il loro aiuto puoi aumentare notevolmente il tuo database.

Lo scopo del pop-up è trasmettere una chiamata all’azione (Call To Action – CTA) molto forte e stimolare il visitatore del sito web, negozio online o blog dell’azienda a confidarti il suo indirizzo email.

Prima di decidere se i pop-up sono la soluzione giusta per te, scoprine tutti i vantaggi o svantaggi e impara ad ottimizzarli in modo da ottenere i risultati migliori!

1. Perché USARE i pop-up

  • Aumentano la riconoscibilità dell’azienda e del marchio di fabbrica.
  • Attirano l’attenzione.
  • Stimolano l’iscrizione spontanea dei visitatori del sito.
  • Consentono test e risultati immediati.

Succede spesso che il modulo di iscrizione fisso sul sito non dia i risultati desiderati e non sia sufficiente per raccogliere nuovi destinatari. Le ricerche hanno dimostrato risultati sorprendenti delle conversioni finali nella raccolta degli indirizzi email con l’aiuto dei pop-up, perché attirano immediatamente l’attenzione del visitatore che, in cambio di un determinato stimolo, si iscrive spontaneamente sul sito.

L’accessibilità e la semplicità di questo tipo di iscrizioni facilita anche i test e il monitoraggio istantaneo dei risultati, il che ti da un idea su cosa funziona e cosa no.

2. Perché NON USARE i pop-up

  • Influenzano negativamente l’attitudine di alcuni visitatori verso il tuo sito. 
  • Possono distrarre gli utenti dalle chiamate all’azione principali sul tuo sito.

I pop-up di solito hanno una cattiva reputazione perché caratterizzati dal loro modo invadente, e eccessivamente commerciale di insistere costantemente all’acquisto, ma per raccogliere gli indirizzi email – sorprendentemente – funzionano!

3. Esistono vari tipi di pop-up!

I pop-up migliori non sono quelli che ricoprono l’intera pagina e costringono l’utente ad agire, ma le c.d. finestre pop-out. Queste sono meno invadenti e dall’utente non richiedono alcun intervento.

In questo modo non danno troppo fastidio e non spingono il visitatore ad abbandonare il sito. Ovviamente i pop-up non devono essere troppo frequenti ed ostacolare il visitatore durante la navigazione sul sito.

Pop-up (sinistra) e Pop-out (destra) – tipi di pop-up.

A cosa bisogna fare attenzione

4. Aspetto attraente del pop-up

La prima impressione qui sicuramente conta – il tuo pop-up deve essere visivamente attraente, ma soprattutto in conformità con l’immagine coordinata dell’azienda o marchio di fabbrica, in quanto è un ulteriore conferma che non si tratta di un annuncio indesiderato.

Assicurati anche che la forma e il colore del pop-up siano adattati al gruppo target, al quale è stato destinato. Più l’aspetto e il contenuto sono orientati verso l’obiettivo, più alettante e chiara sarà la chiamata all’azione.

Visto che si tratta di uno spazio limitato, fai attenzione a come lo utilizzi. Abbandonati alla tua creatività e sostituisci il noioso «Registrati!» con «Facciamo amicizia» o «Desidero il mio sconto!».

Ti consigliamo anche di inserire nel tuo pop-up al massimo due campi da compilare o solo un campo dove inserire l’indirizzo email. I pop-up non devono dare la c.d. sensazione “spammy”, come se si trattasse di finestre indesiderate e invadenti, che non offrono niente di interessante al destinatario.

Nell’applicazione di SqualoMail puoi creare i pop-up a tuo piacere.

Registrati per una prova gratuita e testa i Pop-up

Un utilizzo più avanzato di questa funzione è permesso dal sistema Layered popups che è integrato con l’applicazione SqualoMail, il che significa che i destinatari iscritti si andranno a salvare automaticamente nell’applicazione SqualoMail.

 

5. Momento dell’apparizione del pop-up

Il momento in cui il pop-up appare sul sito è estremamente importante. Questo non deve succedere subito, nello stesso momento in cui il destinatario visita il sito, visto che sicuramente chiuderà la finestra e abbandonerà il tuo sito.

Ti consigliamo di provare con alcuni secondi di ritardo, per esempio 5 o 10 secondi, poiché devi dare al visitatore la possibilità di vedere la pagina e accertarsi che sia ciò che sta cercando.

Puoi impostare il momento d’apparizione del pop-up anche come ritardo su pagina, quando un visitatore legge una determinata parte della pagina, o come ritardo per pagine, quando visita la terza pagina. Più tempo il visitatore passa sul tuo sito, più si interessa al tuo prodotto/servizio, maggiori sono le probabilità che il pop-up raggiunga il suo scopo.

Se si tratta del blog dell’azienda o di un individuo, ti suggeriamo di allungare il tempo d’apparizione, per esempio 20s.

Il momento giusto d’apparizione dipende dal contenuto e dall’offerta del sito., ma fai anche attenzione a non offrirlo troppo spesso, dando ai visitatori un impressione troppo invadente. Quindi fai dei test e prova a trovare l’approccio migliore.

6. Offri qualcosa in cambio!

Come ogni annuncio anche il pop-up deve essere attraente, interessante, diretto e chiaro (con una forte chiamata all’azione) e allo stesso tempo offrire in cambio dell’indirizzo email qualcosa di invitante.

Nella finestra Pop-up comunica chiaramente qual è il tuo scopo, quindi perché il visitatore ti può affidare il suo indirizzo email. Per esempio per inviare le tue newsletter settimanali, dei nuovi articoli, offerte speciali e così via.

Ogni modulo di iscrizione o pop-up deve contenere un campo di conferma con il consenso allo scopo di invio. Il destinatario se ti desidera lasciare il suo indirizzo email ti deve lasciare la sua conferma di consenso.
Qui puoi leggere come fare ad aggiungere nei pop-up e moduli di iscrizione dell’applicazione SqualoMail i campi per confermare i consensi.

 

7. Posizionamento del pop-up

È importante anche dove e come appare la finestra pop-up. I moduli usuali sul sito o alla fine del blog dell’azienda fanno ormai parte del passato e registrano un grado più basso di conversioni. Molti visitatori non li vedono, visto che fanno parte del sito e si fondono con la sua immagine.

I pop-up contribuiscono notevolmente alla visibilità – più destinatari vedono il tuo modulo di iscrizione, più probabilità ci sono che ti lascino il loro indirizzo email. A disposizione hai vari tipi di apparizioni del pop-up:

  • In base al tempo – appaiono sul sito dopo un tempo determinato, per esempio dopo 10 s.
  • In base allo spostamento sul sito – appaiono quando il destinatario si avvicina alla fine della pagina. Questo tipo di apparizione è soprattutto caratteristica dei blog ed è simile a quella temporale, visto che il pop-up appare solo ai destinatari che hanno mostrato già un determinato interesse per il contenuto del sito.
  • In base al numero delle pagine visitate – appaiono solo dopo che il visitatore ha controllato un determinato numero di pagine sul tuo sito web.
  • In base al contenuto – appaiono solamente sulla pagina con un determinato contenuto.
  • Con l’uscita dal browser – appaiono quando il visitatore si sposta con il mouse sul x, per chiudere la pagina o la finestra del browser.
  • Con il click sul collegamento – appaiono quando il visitatore clicca su un determinato collegamento o bottone.

 

8. Segui i risultati e agisci di conseguenza

C’è da sottolineare che bisogna seguire le statistiche e prendere i giusti provvedimenti in base alle reazioni dei visitatori del sito. Non dimenticarti che il modulo deve essere ottimizzato anche per i dispositivi mobili.

Se hai deciso che i pop-up fanno al caso tuo, pensa sempre a renderli per i destinatari il meno fastidiosi possibile e offri sempre qualcosa in cambio.

Una finestra pop-up creativa riuscirà ad attirare l’attenzione di per sé, aumenterà la riconoscibilità e la reputazione dell’azienda e oltretutto potrà anche aiutarti ad aumentare il tuo database.

DESIDERO CREARE UN POP-UP

 

9.Quali sono i risultati

Chi utilizza i pop-up afferma che il numero di iscrizioni, e di conseguenza il database, sono aumentati drasticamente. Abbiamo notato che questo numero in un determinato periodo di tempo varia intorno ai 300%, il che non è poco.

Anche se sembrerà superfluo, lo ripetiamo: bisogna fare attenzione al tipo di pop-up e a quando questo appare. Dalle nostre esperienze ti consigliamo di:

  • Utilizzare le finestre pop-out.
  • Impostare l’apparizione dei pop solo su alcune pagine (p.es blog o il listino dei prezzi).
  • Impostare nuovamente l’apparizione allo stesso visitatore solo dopo sette giorni.
  • Richiedere solo l’indirizzo email.
  • Determinare lo scopo dell’iscrizione
  • Il campo di conferma per ottenere i consensi per l’invio.

Ovviamente è essenziale testare tutto quello che abbiamo appena elencato per capire cosa funzione meglio per te.

10.Come cominciare

La piattaforma di email marketing SqualoMail ti permette di utilizzare i pop-up in tutte le sue edizioni. Per installarli non ti serve un programmatore. Se non hai ancora cominciato ad utilizzare SqualoMail, puoi provarlo gratuitamente, ed inviare fino a 1000 messaggi di prova.

Come sempre siamo a tua completa disposizione anche all’indirizzo supporto@squalomail.com.