6 tipi di messaggi di email marketing che dovresti inviare

Spesso chi inizia con l’email marketing, lo fa in un modo caotico. Non sapendo esattamente cosa includere nei messaggi, si focalizza solo sul messaggio dell’offerta e sulla chiamata all’azione – tuttavia l’email marketing è molto di più che offrire solamente dei prodotti e servizi ai tuoi destinatari.

A disposizione ci sono infatti molti altri modelli di email marketing messaggi, che li puoi – e li dovresti – inviare.

Ognuno di loro corrisponde ad uno scopo specifico: alcuni messaggi aiutano ad aumentare la riconoscibilità del tuo brand, altri promuovono il tuo contenuto, oppure informano i destinatari della tua nuova offerta.

Scopri alcune possibilità tra le quali puoi scegliere:

1. Newsletter

five responsive templates in a row

La Newsletter è il tipo di messaggio più comune, che fondamentalmente viene usato per comunicare le notizie aziendali, le nuove offerte, gli eventi e così via. È una scelta eccellente, perché ti permette di includere nel messaggio quasi qualsiasi cosa – link ai sondaggi o al vostro blog, sconti o le nuove offerte.

Con i tuoi destinatari ti puoi collegare e rimanere in contatto inviando regolarmente delle newsletter. Ciò permette ai tuoi destinatari di riconoscere più velocemente il tuo brand.

Interessante è anche il fatto, che proprio le Newsletter, in base a delle ricerche sui destinatari, sono tra i primi cinque messaggi preferiti da ricevere sui dispositivi mobili.

graph about what people like to read on mobile phonesFonte: Emailmonday.com

Il vantaggio delle newsletter è che sono molto semplici da creare. Con l’aiuto di un email editor di tipo responsive, puoi creare dei template bellissimi e utilizzarli anche più volte, infatti hai sempre la possibilità di aggiornare il loro contenuto e le immagini.

Risparmia tempo con SqualoMail. Offriamo template preparati professionalmente che puoi facilmente personalizzare con l’aiuto del Drag & Drop editor e utilizzare in più newsletter. Tutti i template sono adattati anche alla visualizzazione su cellulare.

Mentre il punto debole delle newsletter è la chiamata all’azione (Call To Action – CTA), che di solito non è abbastanza accentuata ed evidenziata.

Pertanto si dovrebbe proggettare la newsletter di modo da avere:

2. Un messaggio con un obiettivo preciso

I messaggi con un obiettivo preciso puntano su una sola cosa: sull’offerta speciale con la quale vogliono catturare l’attenzione dei destinatari.

Qui non si tratta necessariamente di un messaggio promozionale, con il loro aiuto si può anche accentuare una notizia importante o un evento che state organizzando.

Messaggi di questo tipo di solito includono la chiamata all’azione principale. Il design è semplice per attirare e dirigere lo sguardo del lettore direttamente verso la chiamata all’azione. Questi messaggi si possono creare in poco tempo – però attenzione, evidenziate e posizionate gli elementi cruciali in modo appropriato.

image about which CTA_color Fonte: retargeting.biz

Chiamata all’azione – le 6 pratiche migliori

Il successo delle conversioni finali dipende proprio dalla sua persuasività, perciò scopri come creare una perfetta chiamata all’azione per la tua campagna di email marketing successiva!

Dato che lo spazio che hai a disposizione è limitato, puoi risolvere questo problema inviando…

3. Il messaggio come riepilogo

Il riepilogo è sostanzialmente una versione semplificata della Newsletter. Questi messaggi spesso si usano per comunicare dei contenuti educativi e sono tipicamente designati come un elenco dei punti più importanti, che vogliamo riassumere ed accentuare.

Il vantaggio principale di questi messaggi è che sono semplici da capire e da creare – semplici a tal punto, che li puoi anche automatizzare.

Messaggio di ringraziamento, inviato dal venditore delle cover per i cellulari Otterbox.

Il loro svantaggio è invece che sono spesso percepiti come impersonali, così come vale per la maggior parte dei messaggi automatizzati. Se desideri avvicinarti ai tuoi lettori ed usare un approccio più personale, bisogna segmentare la tua mailing list, quindi creare diversi segmenti a seconda delle caratteristiche dei tuoi destinatari e alla fine preparare dei messaggi  su misura in base ai loro interessi e caratteristiche demografiche.

Nell’app SqualoMail puoi segmentare con precisione i tuoi iscritti usando l’opzione FILTRI DESTINATARI. Specifica una condizione, ovvero una proprietà degli abbonati in base alla quale desideri filtrarli, quindi scegli un’azione da compiere su di essi, ad esempio aggiungendoli a un nuovo elenco. Quindi crea una newsletter personalizzata appositamente per questo elenco ed imposta giorno ed ora d’invio.

4. Email automatiche

Sono messaggi inviati automaticamente dal programma ad una certa ora, o data una certa azione del tuo destinatario.

Ad esempio:

  • Ad una persona che si iscrive alla tua mailing list, desideri inviare dopo cinque minuti un’email di benvenuto (così informi anche il destinatario che la sua iscrizione è stata confermata e che potrà ricevere altre tue email).
  • Esattamente una settimana dopo il programma attiva automaticamente la prossima email con il codice di sconto per l’acquisto di un determinato prodotto.
  • Poi dopo tre settimane dall’iscrizione il destinatario riceverà ancora l’invito a visitare i tuoi social media – e così via.

Autoresponder_flow graph

Fonte: ianditravelmedia.com

Con questi messaggi ti consigliamo di usare un contatto personale, aggiungendo alcuni dati che hai ricevuto durante la loro iscrizione (come ad esempio il loro nome, il nome della loro azienda, l’area di interesse, ecc.).

Le email automatiche sono raccomandabili soprattutto perché con il loro utilizzo risparmierete un sacco di tempo. Se impostate correttamente, i tuoi destinatari riceveranno tutte le informazioni e le notizie più importanti senza che tu te ne preoccupi particolarmente.

Nell’app SqualoMail con l’aiuto degli AUTORESPONDERS è possibile automatizzare la comunicazione con i destinatari, come i messaggi di benvenuto, i ringraziamenti per l’acquisto, l’invio di e-book, ecc.

Così puoi invitare i tuoi destinatari ad affidarti anche altri dati personali, che potrebbero essere rilevanti per la tua azienda. Per esempio puoi chiedere quali sono i contenuti che li interessano maggiormente oppure quanto spesso desiderano ricevere i tuoi messaggi. Considerando le informazioni che riceverai, con l’invio dei prossimi messaggi potrai diminuire la possibilità di cancellazioni o segnalazioni delle tue newsletter come SPAM.

Vorresti avere un approccio più personale con i tuoi destinatari?

5. Messaggio per l’anniversario

Puoi automatizzare anche i messaggi che vengono inviati in occasione di anniversari o ricorrenze aziendali, come ad esempio l’anniversario del giorno di iscrizioni alle tue notizie, il loro compleanno, giorni festivi (se offri prodotti o servizi a livello internazionale, ti consigliamo di creare delle liste diverse e di segmentare i tuoi destinatari a seconda del loro paese).

Nell’app SqualoMail puoi creare un email automatica con auguri di buon compleanno. Scopri come!

I messaggi di questo tipo consolidano i rapporti, rafforzando la fiducia nel brand e nel buon nome dell’azienda, nonché offrono delle informazioni di ritorno positive e influiscono anche sulle conversioni. Come?

Con l’aiuto delle offerte speciali conformi agli obiettivi. Non sei convinto? I risultati delle ricerche ci mostrano, che le campagne di email marketing di questo tipo hanno un tasso di apertura ben tre volte più alto a confronto dei messaggi normali.

Happy-Birthday-newsletter

Messaggio, inviato dalla catena di fast food americana Wendy’s.

6. Messaggi per i clienti chiave

La creazione dei messaggi di questo tipo può essere tra le più difficili, però porta a risultati migliori. I messaggi per i clienti chiave si concentrano solamente sui destinatari che desideri far diventare i tuoi clienti chiave – quindi acquirenti.

In questi messaggi puoi esporre e dare informazioni ai tuoi destinatari su un prodotto o un servizio specifici, comunicare quali sono i vantaggi e presentare la tua offerta come una necessità, un qualcosa che per loro è essenziale – solo che fino ad ora non lo sapevano ancora.

Per ottenere dei risultati migliori, ti consigliamo di segmentare il tuo database e personalizzare i tuoi messaggi email. Infatti i messaggi di massa che seguono il principio »tutto a tutti« ormai non funzionano più.

Bisogna sapere chi sono i tuoi destinatari, quali sono i loro problemi ed interessi e cos’è quello che puoi offrire loro – in questo modo puoi creare dei messaggi molto personali, rilevanti ed attuali che offriranno ai tuoi destinatari le migliori soluzioni.

mailing_list_segmentation

Eppure questa è solo la punta dell’iceberg

Nell’email marketing – così come in ogni altro canale di marketing – bisogna provare, cadere e rialzarsi, prima di diventare un esperto ed ideare campagne di email marketing di successo!

Prepara una bellissima email per il compleanno dei tuoi lettori con l’app SqualoMail. Provala subito!

REGISTRAZIONE GRATUITA