6 consigli indispensabili per fare i test nell’email marketing

Controlla 6 consigli su come testare le tue Newsletter e garantire dei messaggi vincenti, che attireranno e manterranno i tuoi destinatari nel miglior modo possibile.
 

Come fare il test?

Cominciamo prima con una breve spiegazione – come cominciare con il test di diversi elementi nell’email marketing. Parliamo di A/B test o split test, che ti da la possibilità di paragonare due variazioni di Newsletter (la variante A e la variante B) che differiscono tra loro nel titolo, nella forma, nel contenuto o nel tempo d’invio.

Il tuo fornitore di email marketing deve offrire questo servizio nella sua applicazione – tecnicamente invece significa, che alla metà della lista verrà inviata la versione A, invece all’altra metà la versione B. In base ai risultati puoi scoprire quale variante ha avuto più successo ed inviarla ad una lista secondaria.

La lista primaria e la lista secondaria possono essere la stessa lista, solo che la lista primaria rappresenta per esempio il 20 % della lista secondaria. Con questo meccanismo puoi ottenere dalla lista secondaria il massimo successo della tua campagna.

Ovviamente puoi fare il test anche su una sola lista e poi usare le caratteristiche vincenti per ogni campagna successiva. Un esempio del genere sarebbe il test A/B della forma (design) della Newsletter. Di seguito ti faremo vedere quali sono le caratteristiche consigliabili per effettuare gli A/B test.

ABtesting template

 

1. L’oggetto della Newsletter

Prima di fare un profondo respiro e premere il tasto »Invia«, per inviare ai tuoi destinatari la tua accuratamente preparata Newsletter, è indispensabile fare un invio test.

Parlando di test, per verificare quale delle Newsletter sia quella migliore, nella maggior parte dei casi vengono testate proprio le diverse proposte dell’oggetto del messaggio. Infatti l’oggetto è la prima cosa che il destinatario vede controllando la sua posta elettronica, per questo motivo, oltre al mittente, influisce di molto se il messaggio verrà aperto oppure no.

two women looking in a computer and reading email lame-subject-line

Fonte: xenoxglobal.com

Tenete in mente chi sono i destinatari delle vostre Newsletter, per esempio se si tratta di un gruppo target di donne o uomini, e quali sono le parole che faranno una maggior impressione su di loro.

Ti consigliamo dare spazio alla tua creatività e di provare diversi titoli: divertenti, creativi, attraenti, misteriosi o diretti e descrittivi. Con l’aiuto della statistica Open-Rate puoi seguire attentamente le loro reazioni e ricevere immediatamente i risultati, quindi quale è il titolo vincente che ha attirato più risposte.

Per più informazioni su come scrivere l’oggetto vincente, leggi queste 7 regole.

 

2. La Forma

Per ottenere dalla tua strategia di email marketing i risultati migliori devi testare diverse variazioni del contenuto e del design. La scelta di template, forma, colori e caratteri della scrittura, nonché il materiale grafico aiutano ad aumentare le reazioni del destinatario, facendo notare il brand e rafforzano la sua riconoscibilità.

In ogni caso ha senso fare un test delle diverse varianti visuali, per vedere cosa preferiscono i tuoi destinatari. Questo è anche un ottimo metodo per aumentare i click nelle tue newsletter.

Per colpa dei diversi client di posta elettronica e delle loro specifiche caratteristiche della visualizzazione dei messaggi, i test sono nell’ambito dell’email marketing ormai indispensabili. Qui bisogna prendere in considerazione anche alcune particolarità degli smartphone e tablet, come ad esempio il touch screen e la piccola dimensione dello schermo, che richiedono un adeguamento in confronto allo schermo classico.

responsive-template on desktop, mobile and tablet

Ti consigliamo per questo di avere a disposizione degli indirizzi email di prova per i diversi client, come ad esempio MS Outlook, Mozilla, Thunderbird, Gmail, Yahoo, Apple mail, iOS o Google Android mail e di verificare se la tua Newsletter si visualizza in modo appropriato su tutti i client e su tutte le piattaforme ed applicazioni – sia sul desktop che sugli smartphone e tablet.

 

3. Il Contenuto

La caratteristica fondamentale di ogni Newsletter preparata con cura è nella sua chiarezza, comprensibilità e nel valore aggiunto del contenuto. Verifica se il tuo contenuto è dedicato al giusto gruppo target e con l’aiuto della statistica segui le loro reazioni. Proprio dalla chiarezza del contenuto e dalla chiamata all’azione principale (Call To Action), quindi cosa si aspetta dal lettore, dipende il successo delle conversioni finali.

Verifica anche se funzionano i collegamenti alle pagine aziendali ossia alle così dette landing pages e quanto sono attive, perché è inutile aspettarsi che i destinatari cercheranno da soli i prodotti pubblicizzati.

two_ab-testing-design

 

4. La frequenza e il tempo d’invio

Pensa a chi sono i tuoi destinatari e qual è il tempo più probabile quando apriranno le tue Newsletter. Dipende molto anche dall’intento e dal contenuto della Newsletter, quindi se si tratta di un messaggio informativo o se il messaggio ha un tono più divertente, un contenuto dedicato alla promozione e al tempo libero.

Se il tuo gruppo target è impiegato, esiste una grande probabilità, che i tuoi messaggi verranno aperti sul posto di lavoro. Per questo alcune ricerche consigliano di scegliere i giorni della settimana tra martedì e giovedì, perché il lunedì la casella di posta elettronica è troppo piena, il venerdì invece i lettori pensano già al fine settimana.

best time for send your email - graph

Le ricerche hanno mostrato che i destinatari aprono la posta spesso anche la mattina prima di andare a lavorare e nelle ore serali, ma tramite smartphone e tablet.

Le abitudini variano anche durante i fine settimana e le feste, quando il controllo della posta elettronica sul desktop è minore, mentre i giovani usano più spesso i dispositivi mobili.

 

5. La pratica rende perfetti

Allora non esiste solamente una regola, che funziona sempre. L’unico consiglio, che è sicuramente utile è quello di provare e verificare, quando il tuo gruppo target reagisce nel modo migliore e quando preferisce leggere le tue newsletter.

La nostra applicazione SqualoMail ti permette anche di impostare facilmente la data e l’ora preferite, quando desideri inviare automaticamente i tuoi messaggi – in questo modo i tuoi lettori riceveranno la tua newsletter anche quando non sei fisicamente davanti al computer.

 

6. Salvate, per non dimenticare!

Salva le varianti che hanno avuto più successo, perché ti danno l’informazione migliore su cosa attira i tuoi destinatari. Una conoscenza così ti aiuterà a migliorare la tua prossima Newsletter, infatti i test sono il modo migliore per verificare la tua strategia di email marketing e garantirti i risultati desiderati.

sending emails

 

La soluzione che ti permette tutto questo

Come abbiamo detto, gli A/B test sono una funzionalità dell’applicazione del fornitore di email marketing. La nostra soluzione SqualoMail ti permette di utilizzare tutte le possibilità che abbiamo menzionato sopra in tutte le edizioni, per questo ti invitiamo a provarla per 15 giorni gratuitamente!

DESIDERO PROVARE GRATUITAMENTE!