5 problemi che nessun fornitore di email marketing può risolvere

I risultati della tua campagna di email marketing non sono quelli che ti aspettavi? Verifica se la colpa è del tuo fornitore di email marketing o se si tratta di un problema che devi risolvere da solo!

 

1. Cambiare offerente di email marketing non risolverà i problemi di deliverability

La deliverability dei messaggi è una delle cause principali nell’email marketing che spinge i pubblicitari a cambiare offerente di servizi di email marketing – ma senza alcuna base. Solamente il 30 % della decisione se aprire un messaggio o meno dipende dall’offerente di email marketing, il restante 70 % invece, dipende da te!

sign gotta make things happen

Quello che puoi fare è controllare se il tuo offerente di servizi di email marketing utilizza server stranieri e condivide i suoi indirizzi IP con altri, perché così facendo è possibile che il problema sia lui.

SqualoMail ha server propri e non utilizza servizi di terzi per gli indirizzi IP e di invio. Anni e anni di esperienza in questo campo sono una delle ragioni che rende i risultati d’invio dei nostri destinatari superiori dell’11 % rispetto alla media nell’industria.

DESIDERO PROVARE SQUALOMAIL GRATUITAMENTE!

 

Se vuoi migliorare la tua deliverability leggi anche i seguenti articoli:

 

2. Cambiare offerente di email marketing non risolverà i problemi di coinvolgimento dei destinatari

Tutto quello che abbiamo scritto sulla deliverability è solo un’introduzione al tema sul coinvolgimento dei destinatari. Per attirare e coinvolgere i tuoi destinatari, dovrai offrirgli un contenuto interessante. Può trattarsi di offerte speciali, svendite, buoni sconto, contenuto educativo, ricette di cucina, consigli di moda o di salute, news divertenti sul tempo libero o risposte ai problemi frequenti dei tuoi lettori.

Ma qual è il contenuto giusto e come scoprire a cosa sono interessati i destinatari? Pensa alla loro identità, a cos’hanno di caratteristico e segmenta il tuo database in base al sesso, età, location, acquisti precedenti, carrelli abbandonati, cosa hanno osservato sul tuo sito web o negozio online e in base ad altre caratteristiche importanti per la tua impresa.

business email marketing content connection on people

Se i destinatari si annoiano leggendo i tuo contenuto, scegliere un altro offerente di servizi di email marketing non cambierà niente. Cambierà tutto invece conoscere il tuo gruppo target e adattare i messaggi in base ai loro desideri con valore aggiunto per il destinatario. E non dimenticare – un maggiore coinvolgimento dei destinatari aumenterà anche la deliverability dei tuoi messaggi!

 

3. Cambiare offerente email non risolverà i tuoi problemi con il database

Il contenuto è il re, ma a regnare è il database. Se la tua mailing list è vecchia, piena di indirizzi email sbagliati, non validi e non esistenti o (addirittura) è stata comprata e contiene i c.d. «spamtrap», i tuoi risultati saranno tutt’altro che buoni. Per ulteriori informazioni, leggi l’articolo Come evitare la black list con la pulizia.

Visto che la responsabilità di un database pulito non è dell’offerente, assicurati di fare tutto il possibile per avere un’ottima mailing list e raccogliere con insistenza e pazienza i tuoi indirizzi email in modo giusto. SqualoMail si occupa dei bounce e delle cancellazioni dalla lista dei destinatari, rendendo il processamento dei bounce e delle cancellazioni automatico, senza bisogno dei tuoi interventi, ma questo non vale per tutti gli offerenti di servizi di email marketing, perciò controlla!

A beautiful young woman is holding a blank white sign.

In ogni caso, trovare destinatari nuovi e un continuo riguardo per il tuo database è il cuore di ogni strategia di email marketing. Utilizzando la conferma d’iscrizione alle tue news o il modulo Double Opt-In, raccoglierai indirizzi email in modo trasparente e sicuro.
 

4. Cambiare offerente email non risolverà i problemi sulle aspettative irreali

A volte i pubblicitari pensano che qualsiasi contenuto abbia un valore aggiunto per il destinatario e incolpano l’offerente dei servizi di email marketing quando i loro messaggi non coinvolgono sufficientemente il destinatario. Ma sfortunatamente questo non è così. La responsabilità di un contenuto rilevante, interessante e attuale, che offre al destinatario sempre qualcosa di utile, ricade esclusivamente sulle spalle dei pubblicitari e non dell’offerente della piattaforma. Verifica se il contenuto della tua newsletter offre al destinatario qualcosa di quest’ultimo:

  1. Risparmia tempo e denaro.
  2. Educa e sensibilizza.
  3. Divertimento.
  4. Offre vantaggi speciali.
  5. Offre qualcosa di nuovo e interessante al destinatario.

Se la risposta è no, leggi prima l’articolo sui 6 tipi di messaggi di email marketing che dovresti inviare, e poi crea nuovamente la tua strategia.

 

5. Cambiare offerente email non risolverà i problemi dell’analisi dei dati

I pubblicitari email hanno a disposizione tantissimi dati, ma spesso non hanno né conoscenze né esperienze per analizzarli, interpretarli e utilizzarli. Verifica se il tuo offerente di servizi di email marketing permette un controllo accurato dei risultati, l’efficacia delle tue campagne in tempo reale e la possibilità di esportare i dati per un’analisi avanzata in programmi come Excel e SPSS.

statistics on computer

Nell’analisi di questi dati raccolti possono sempre aiutarti gli esperti. Le informazioni che otterrai con questo tipo di analisi sono infatti la base per decidere e riconoscere i trend sui quali costruire, pianificare e creare la tua prossima strategia di email marketing.